my books

2011
SIMONE MICHELI from the future to the past
working progress

2009
simone micheli AHNEWS 2009 projects on a human scale

2007
simone micheli AHNEWS 2007
Edizioni L’Archivolto

2006
SIMONE MICHELI ARCHITECTURAL HERO book
Edizioni L’Archivolto

2003
SIMONE MICHELI ARCHITECTURAL HERO
Editrice Compositori Bologna

2002
TEMPORARY ARCHITECTURE
Alinea Editrice – Florence

2001
ARCHITETTURA SENSORIALE
Alinea Editrice – Florence

1999
STUDIO D’ARCHITETTURA SIMONE MICHELI OPERE 1990 – 1999
DDE – Milan

1996
PROGETTARE NEGOZI “CINEMA RESTAURANT SHOP”
Alinea Editrice – Florence

1995
PROGETTARE ALBERGHI “LA GRAND HALL”
Alinea Editrice – Florence

1994
PROGETTARE NEGOZI “TEA HOUSE” SHOP
Alinea Editrice – Florence

1992
I NEGOZI VITA, MORTE E MIRACOLI
Angelo Pontercoboli Editore – Florence

Articoli Recenti

UN‘ INTERVISTA ORIGINALE

interview

Ieri una troupe di giornalisti legati a Porcelanosa Grupo è arrivata al mio studio di Firenze per effettuare una video-intervista dedicata alla relazione di collaborazione che da lungo tempo mi lega alla dinamica impresa spagnola.
Durante la nostra conversazione abbiamo ripercorso i frammenti fondamentali della via che ci ha condotto alla realizzazione di straordinari oggetti e di collezioni uniche, facendo emergere le sinergie elettive che costituiscono la solida base del nostro fare progettuale condiviso ed i concetti forti che contraddistinguono il mio tratto distintivo.
Durante l’intervista ho parlato del senso del mio fare progettuale, del rapporto osmotico che in ogni opera realizzata emerge tra uomo, spazio e tempo.
In ogni luogo da me creato la dimensione vitale, le sue radici, le sue espansioni rappresentano il nodo più importante.

_____________________________________________________________________________________________________________

AN ORIGINAL INTERVIEW

Yesterday some journalists linked with Porcelanosa Grupo came in my Studio in Florence to interview me about the collaborative relationship I’m having with the dynamic Spanish company for many years.
During our conversation we traced all the fragments of the path we walked on together to create extraordinary objects and unique collections;
we highlighted the elective synergies which are the solid basis of our shared way of designing and we underlined the strong concepts which characterize my creative action.
During the interview I talked about my architectural doing and about the osmotic relation between the human being, the space and the time that emerges from each work.
In every space I design, the vital dimension, its roots and its expansions represent the most important crux.

  1. L’architettura sensoriale Rispondi
  2. La libertà di esprimersi Rispondi
  3. “PROGETTARE L’HOTEL OPERA” Rispondi
  4. Un meeting pieno di energia! Rispondi
  5. IL Concetto di istantaneità Rispondi
  6. Sono pieno di nuove idee! 1 Risposta
  7. Buon Compleanno Ludovica, buon compleanno a tutti! Rispondi
  8. Una Cena Tra Amici Rispondi
  9. La Facoltà di Giudicare Rispondi