La domotica Alberghiera

BM Simone Micheli_DSC7554_C

Barcelò Milan Hotel – design by Simone Micheli

 

“ E’  meraviglioso fare stilismo per un hotel. E’ meraviglioso immaginare che l’hotel sia gestito in maniera straordinaria. Attraverso i sistemi domotici è possibile non solo controllare, ma ottimizzare”
Simone Micheli intervistato da AVE – Different suites X different people | Fuorisalone2016

Interazione, comfort, accoglienza e personalizzazione sono valori oggi indispensabili per dare vita ad hotel che siano opere d’arte vere e proprie, centri nevralgici e propulsori in grado di generare un volano d’eccezionale importanza sia comunicativa, sia economica.
Nel settore hospitality, infatti, l’automazione consente di coniugare il beneficio economico derivante anche da una più accorta gestione delle risorse energetiche con gli innovativi ed affascinanti vantaggi offerti agli ospiti in termini di benessere, personalizzazione e soddisfazione di desideri e necessità peculiari.
L’istallazione di impianti domotici d’avanguardia può quindi regalare alle strutture alberghiere un volto completamente nuovo attraverso cui  risultare vincenti, uniche  ed energetiche nel nuovo mercato globale!
Con un click è oggi possibile garantire facilmente sicurezza e controllo pressoché totale ai clienti e gestire in modo automatico temperatura e luci, favorendo il risparmio energetico ed un’approccio completamente sostenibile. Il dialogo con ogni camera diviene quindi semplice e veloce, definendo dallo smartphone, dal tablet o dal pc le specifiche funzioni e le peculiarità che ciascuna di volta in volta dovrà assumere.
Ave, importante azienda italiana simbolo d’eccellenza e di qualità, – con la quale ho compiuto plurime progettuali avventure –  ha da pochi giorni lanciato un nuovo sito web dedicato alla domotica alberghiera (www.domoticahotel.com) all’interno del quale sono mostrati i vantaggi e le reali innovazioni a cui un’ottimo impianto d’automazione può dare vita!

_____________________________________________________________

The Hotel Automation

“I love to style an hotel. It is wonderful to imagine which could be the best ways to manage it. Through an automation system it is possible non only to control but also to optimize the hotel. “
Simone Micheli during AVE interview – Different suites x Different People | Fuorisalone 2016

Interaction, comfort, welcoming and personalization are today indispensable values to give birth to hotels  that can be considered as true and proper works of art, crucial and propositive centre able to generate an important communicative and economical net.
Inside hospitality filed the automation allows to mix economical benefits which derives from a careful energetic resources management with innovative and fascinating advantages offered to guests in terms of wellness, personalization and satisfaction of desires and necessities.
The installation of automation systems can present to hotels a totally new face through which being the winners on a global challenging market!
With only one click is possible to  guarantee total control and security and to automatically manage lights and temperature, promoting energy savings and a sustainable approach.
The dialogue with each room is easy and fast, defining by smartphone/tablet/pc which specific functions and peculiarities every room will have.
AVE, important italian company and symbol of excellence and quality – with which I led many projects – has launch a new website dedicated to hotel automation (www.domoticahotel.com) where there have been shown the advantages and the real innovations they are able to create.

Idee & Concept

mid ok

Simone Micheli durante il MID

Anche quest’anno il Master in Interior Design organizzato dalla Scuola Politecnica di Design di di Milano – SPD ha avuto inizio. E’ ormai pluriennale la presenza che mi lega allo svolgimento del Workshop Ud3 Ospitalità a cui do vita come docente, all’interno del corso. Ogni volta questo si configura come un’esperienza nuova, interessante e dall’elevato potenziale.
Ogni anno un nuovo concept da sviluppare caratterizza le mie lezioni dando ai partecipanti la possibilità di portare avanti progetti basati su idee di interesse globale ed estremamente attuali, facendo sì che si rapportino al mondo dell’ospitalità attraverso sguardi aperti e volti al futuro, non appesantiti da convenzioni stantie e da principi obsoleti.
Quest’anno il workshop focalizza sulla possibilità di trasformare una camera di hotel in un vero e proprio shop virtuale, immaginando quindi la configurazione di un luogo ibrido ma organico, atto a soddisfare i desideri delle diverse tipologie di utente, non più concepito come standard ma rivelato nel suo carattere polimorfo, dinamico, smart.
Il luogo a cui i partecipanti dovranno dare forma sarà quindi uno spazio vivo, emozionale, attento alle funzioni da svolgere e certamente scrupoloso nei confronti dell’ambiente e del contesto in cui sorge.
In aula sono solito condividere apertamente le mie esperienze lavorative, sottolineando l’importanza che un’ottima comunicazione ha nella definizione di ciascun buon progetto.
Credo che la condivisone e l’abilità nel far percepire il proprio vissuto siano il modo migliore per costruire relazioni vere con gli altri esseri viventi, migliorandosi ed accrescendo il background culturale e sociale di ciascuno.

_________________________________________________________________

Ideas & Concepts

Also this year the Interior Design Master organized by SPD in Milan started. My presence as the holder of the “Ud3 Hospitality Workshop” has been during for many years but each time it is a new, interesting and high quality experience for me.
Every year an innovative concept characterizes my lessons offering to participants the possibility of leading projects based on global interesting and super actual ideas. In this way they relate with the hospitality’s field through open and futuristic eyes, not covered by old-fashioned rules and principles.
This year my workshop is focused on possibilities of transforming the hotel room into a virtual shop, imagining the shaping of a hybrid but organic place, with the aim of solving problems of different kinds of users, not the standard ones but the concrete dynamic and smart humans.
The place that participants create will be a live, emotional space that takes care of function and that respect environment and surroundings in which it arise.
In the class I use to share my working experiences, underling the importance of a excellent communication in the definition of good projects. I believe that sharing power and that the ability in making people knowing our own life is the basis to build real relations with other human beings, getting better and increasing social and cultural background of people.

La condivisione innovativa

Kita_DSC1559

photo by Maurizio Marcato

Il mondo cambia direzione continuamente ed siamo ora davanti ad un nuovo importante punto di svolta dal quale è impossibile prescindere.Dopo la profonda crisi del 2008, infatti, il sistema economico ha, passo dopo passo, modificato le sue fattezze ed arricchito il suo contenuto, volgendo lo sguardo verso l’interazione e la condivisione. Lo scambio di conoscenza ed informazione ma anche di materiali e mezzi è ormai divenuto principio base del vivere quotidiano, alterando le abitudini precostituite degli uomini.La sharing economy sta acquistando un ruolo sempre più centrale nello sviluppo dei sistemi globali  e palesa già agli occhi di tutti i grandi risultati raggiunti.E’ fondamentale che la pianificazione urbana e territoriale contemporanea e che lo sviluppo dei nuovi progetti siano il derivato diretto ed intimo di questi approcci e pensieri innovativi e possibili, affinché di una linea avanguardista non siano soltanto i contenitori ma soprattutto le guide.Il concetto di smart city si evolve ulteriormente, divenendo “senseable”: città intelligenti che privilegiano la dimensione umana e comunicativa della tecnologia, luoghi volti alla soddisfazione effettiva e completa dei desideri dei suoi abitanti.In questo processo di rinnovamento e sviluppo delle città assume un importante ruolo l’apparato infrastrutturale in quanto rappresentazione reale della condivisone di momenti ed esperienze che i cittadini nella vita di tutti i giorni hanno. Obiettivo primario diviene quindi la trasformazione di tanti di quei luoghi, fino ad ora presi in considerazione solamente in quanto zone di transito o passaggio, in veri e propri spazi da dedicare all’uomo ed al suo benessere, offrendo loro un’identità propria ed autentica.Ritengo che nell’epoca del recupero e della riqualificazione di edifici e territori, sia fondamentale alimentare dibattiti e riflessioni su temi di tale portata, essenziali per la definizione del nostro futuro e di che cosa sarà il mondo in cui abitiamo, ci muoviamo, cresciamo.

_________________________________________________________________

Innovative sharing

The World is continuously changing its direction but we are now in front of a new important nodal point that we can not avoid.
After the deep crisis of 2008 the economic system, step by step, modified its characteristics and enriched its content, looking towards interactions and the sharing.
The exchange of knowledge and information but also of materials and media is the basic principle of everyday life, alterating habits of humans.
“Sharing Economy” is gaining central role inside the developing of global systems and it shows to everyone the great achieved results.
It is important that the contemporary urban planning and the new projects are the direct and intimate derivations of these innovative approaches so they can be not only containers but also the leading guides of changes.
The “Smart City”’s concept evolved into the “senseable” one: smart cities who privilege the human and communicative dimension of technology, places dedicated to the effective satisfaction of humans’ desires.
In this innovative process the infrastructural system assumes an important role as real representation of the sharing of moments and experiences that live people in everyday life.The main aim therefore is the transformation of many of that places, till now considered only as passage points, into spaces devoted to humans and their wellness, offering them proper and authentic identity, I think that in the age of recovering and requalification of buildings and territories must be fundamental to increase debates on these themes, essential for the definition of our future and of what the world will be next years.

Design Export Lab_IIed: Italian lighting Design

del foto ok

DESIGN EXPORT LAB_IIed: Italian Lighting Design

La scorsa settimana ha avuto luogo a Milano, presso il Centro Congressi Palazzo delle Stelline, la seconda edizione della masterclass Design Export Lab organizzato da ICE Agenzia con la consulenza della Simone Micheli Architectural Hero . E’ stata un’esperienza estremamente coinvolgente, volta a sottolineare ed a far conoscere il valore del design e l’approccio connesso alla dimensione della progettazione proprio del nostro bel paese. Quest’anno gli interventi di noti architetti italiani e di prestigiose aziende rappresentative dell’ eccellenza italiana hanno avuto come focus “la luce”, evidenziando come questa sia essenziale e determinante nella realizzazione di progetti degni di nota.
Alla masterclass hanno partecipato 18 professionisti altamente selezionati, provenienti da tutto il mondo, arrivati  con l’intento di apprendere e conoscere le nostre peculiarità imprenditoriali e progettuali. L’obiettivo della masterclass è stato infatti quello di mettere in contatto aziende italiane con gli architetti stranieri, generando così una fitta ed intensa rete di relazioni destinata a generare estese positività.
Le giornate sono state densissime ed ai numerosi speech si sono aggiunte visite guidate, aperitivi in studi e strutture di design, incontri e tour per il capoluogo lombardo.
Giovedì 9 Giugno il master si è concluso con un interessante pomeriggio scandito dal ritmo degli incontri b2b.
Ringrazio ICE-Agenzia per quanto realizzato, per aver concepito questo intelligente mix, per la meravigliosa collaborazione che ci vede legati da molti anni.
La III edizione del Design Export Lab è già in cantiere, S T A Y  T U N E D !

_________________________________________________________________

Design Export Lab_IIed: Italian lighting Design

Last week took place in Milan, at Palazzo delle Stelline, the II edition of the “DESIGN EXPORT LAB” masterclass, organized by ITA and to which I collaborated. It was a super-interesting experience and plenty of new events, with the aim of underlining the value and the dimensions of design in our country.
This year the speeches of italian architects and excellent companies were focused on “light”, showing how much it is essential in defining great projects!
18 highly selected professionals, coming from all over the world, participated to the lessons with the aim of knowing our abilities and of getting in touch with italian world. The net of relation that resulted will lead to big satisfactions to both sides!
The days were full and after the lessons there were visits, design-aperitifs and tours around the city.
On Thursday the masterclass ended with an afternoon of b2b meetings.
I thank a lot ITA-Agency” for the conceiving of this smart mix and for the collaboration that has been linking us for many years!

Next edition of Design Export Lab is already under construction… S T A Y  T U N E D !

suite4_Ascend Hotel Collection by Choice Hotels

Schermata 2016-05-19 alle 09.50.48.png

Simone Micheli for Ascend Hotel Collection by Choice Hotels

La suite n.4 completa il mio racconto circa l’esibizione “different suites x different people” a cui ho dato vita per il Fuorisalone 2016 in Ventura- Lambrate. Una mostra straordinaria che ha ottenuto un notevole successo di pubblico e creato grande entusiasmo, organizzata con il contributo di prestigiosissimi partner.
La camera che ho progettato per Ascend Hotel Collection by Choice Hotels si configura come un ambiente smart, innovativo e flessibile, desideroso di accogliere il visitatore metropolitano all’interno di uno spazio lussuoso ed affascinante, raffinato, abile nell’offrire benessere profondo e totale libertà di movimento.
La suite regala a chi vi soggiorna esperienze indimenticabili, eleganti, e personalizzate in base ai differenti desideri dei viaggiatori.
Suite n. 4 General Contractor: Essequattro

_________________________________________________________________

suite4_Ascend Hotel Collection by Choice Hotels

Suite n.4 completes my tale about the exhibition “different suites x different people”  that I created during Fuorisalone 2016 in Ventura – Lambrate district. The extraordinary exhibition, organized with the contribution of prestigious partner companies, gained big success and it generated great enthusiasm among people.
The room I designed for Ascend Hotel Collection by Choice Hotels  is a smart, innovative and flexible place who wishes to receive visitors into a luxurious and fascinating space, able to offer deep moments of wellness and freedom of movement. The suites donates unforgettable, graceful and customized experiences based on the desires of who is staying there.
Suite n. 4 General Contractor: Essequattro

**********

different suites X different people
Simone Micheli Architect
for

Ascend Hotel Collection by Choice Hotels
Best Western Plus by BW Hotels & Resorts
ibis Styles by AccorHotels
Room Mate Hotels

artistic photos Maurizio Marcato
with the patronage of
Associazione Italiana Confindustria Alberghi  
R&D hospitality
Tourism Investment

media partner
AboutHotel
by Internews

social media partner
Digital Strategies for DESIGN

general contractors
Bellotti – Sacea, Driade, Essequattro, Savio Interiors

partner
Aquaspecial – wellnessindustry, Arca, Atlas Concorde, Ave, Barel, Besana Moquette, Cordivari Design, Dmp Electronics, Era, Floema, Gedy, Global Outsourcing, Grohe, Hornschuch – skai® , iGuzzini illuminazione, Lithos, MB Sedie, MillePelli, Oikos – colore e materia per l’architettura, Porcelanosa Grupo, Smart Decò, SnoWhite, Stilla Cesana, Terzani, Umbrosa, Vetreria Bazzanese, W.M.P. World Market Place

technical partner
ADEUM Cinema Suite, Altoona, Ceiem, Coco – mat, Confalonieri, Floorlab, Marcheselli, Mood Milano, Rise, Schönhuber Franchi, Segis, Sign System

thanks to: Tao B – Cibartisti

Suite3_Best Western Plus by BW Hotels & Resorts

bwok

Suite n.3 Simone Micheli for Best Western Plus by Bw Hotels & Resorts

All’interno della mostra “different suites X different people” la suite n. 3 a cui ho dato forma è stata ideata per la nota catena di hotel Best Western Italia: una suite d’elevata qualità sia estetica sia contenutistico-espressiva, in grado di offrire un comfort delicato ed elegante ai suoi ospiti che si sentono immediatamente parte dell’armonia globale che governa la camera. ogni dettaglio è stato definito con cura ed attenzione estrema ed ogni componente è stata sapientemente studiata per offrire sia al viaggiatore business, sia all’ospite leisure la migliore esperienza di ospitalità possibile. Gli arredi sono polifunzionali e dinamici, semplici da utilizzare, affascinanti da osservare. L’alto gradiente tecnologico, silente, diviene il fondamentale fil rouge teso a garantire risposte personalizzate alle necessità in evoluzione dell’uomo contemporaneo.
Suite n. 3 general contractor: Bellotti – Sacea

_________________________________________________________________

Inside “different suites X different people” exhibition I shaped suite n.3 for the well known hotel group Best Western Italia: the suite is conceived an high quality suite both from aesthetic and content’s points of view, able to offer a delicate comfort to his visitors that immediately feel welcomed into the global harmony which rules the room. There is maximum attention to each detail and every elements is deeply analyzed to offer both to the businessmen and to the leisure guests the best possible experience to live. Furniture is multifunctional, dynamic, easy to use. The high technological gradient, even if silent, is the main fil rouge that wishes to guarantee personalized answers to evolving necessities of human beings.
Suite n. 3 general contractor: Bellotti – Sacea

**********

different suites X different people

Simone Micheli Architect
for
Ascend Hotel Collection by Choice Hotels
Best Western Plus by BW Hotels & Resorts
ibis Styles by AccorHotels
Room Mate Hotels

artistic photos Maurizio Marcato

with the patronage of
Associazione Italiana Confindustria Alberghi  
R&D hospitality
Tourism Investment

media partner
AboutHotel
by Internews

social media partner
Digital Strategies for DESIGN

general contractors
Bellotti – Sacea, Driade, Essequattro, Savio Interiors

partner
Aquaspecial – wellnessindustry, Arca, Atlas Concorde, Ave, Barel, Besana Moquette, Cordivari Design, Dmp Electronics, Era, Floema, Gedy, Global Outsourcing, Grohe, Hornschuch – skai® , iGuzzini illuminazione, Lithos, MB Sedie, MillePelli, Oikos – colore e materia per l’architettura, Porcelanosa Grupo, Smart Decò, SnoWhite, Stilla Cesana, Terzani, Umbrosa, Vetreria Bazzanese, W.M.P. World Market Place

technical partner
ADEUM Cinema Suite, Altoona, Ceiem, Coco – mat, Confalonieri, Floorlab, Marcheselli, Mood Milano, Rise, Schönhuber Franchi, Segis, Sign System

thanks to: Tao B – Cibartisti