Spazi nuovi a Genova


Senza titolo 896Lunedi sono andato a Genova a vedere un terreno  dove costruire due Ville.

Bene.

Tutto avrei immaginato di trovare, furorche’ cio’ che ho visto!

Considerato il denso tipo costruttivo della citta’ marinara, avevo pensato di visitare un lembo di terra circondato da un fitto sistema costruito.

Ma una volta varcato il verde anonimo cancello in ferro dell’estesa proprieta’, tutto ha iniziato a prendere una piega diversa nella mia mente.

Quando, poi, dopo pochi minuti, percorrendo con la macchina alcuni stretti tornanti, sono giunto al luogo “incriminato”, il mio immaginario a cominciato a sognare.

Da quello straordinario pezzo di vergine terra, circondato su tre lati da una rigogliosa vegetazione, era possibile visivamente collegarsi in maniera diretta con mare e celo, con uno straordinario infinito che mi ha aperto il cuore e l’intelletto.

Scambiano alcune emozionate e viscerali parole con il mio illuminato committente, il progetto a preso forma nella mia mente in pochi secondi: il celo ed il mare al centro del progetto, intorno un “vuoto” semplice, denso di contenuti.

Un vuoto essenziale capace di dialogare con il contesto per osmosi, capace di imparare dalla semplicità della terra, della luce, del panorama mozzafiato, per divenire nuova ospitale materia. Per diventare spazio da vivere e da contemplare perché intriso di sogno e di meraviglia, perché  perfettamente legato a quel magico luogo che era li in ferma trasformazione ad aspettarmi…

Che spazio!!!

Ve lo farò vedere presto…

—————————————————————————————–

On monday I went to Genova to see a few land spaces where I would like to construct two villas.

Good.

What I imagined i would find except what I did!

Considering the dense type of the marinara city, I thought of visting a piece of land surrounded by a thick constructed system.

However after going through the anonimous green gate of the property, the idea I had before changed.

A while afterwards when I was driving in the car in the tiny streets I arrived to the incriminated place, my inner creative started dreaming.

From that magnificent virgin land, surrounded by three parts of amazing nature, it was possible to connect the sea and the sky, with an imagination that opened my heart and my mind.

While talking about some emtions with my colleague, the project took form in my mind in a second: the sea and the sky in the center of the project, around a simple “void”, dense of contents.

An essential void capable of speaking about osmosis and capable of  learning the simplicity of the world, light,  the panorama, to become new hospitable material.

To become space  of living and contemplate why dreaming is marvelous, because its perfectly  conected to that magic place that was waiting to be transformed.

What a space!!!

You will see soon…

One Comment Add yours

  1. レンタカー scrive:

    Attractive section of content. I just stumbled upon your weblog
    and in accession capital to assert that I get actually enjoyed account
    your blog posts. Any way I’ll be subscribing to your feeds and even I achievement you access consistently quickly.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...