Il potere della comunicazione

«Col tono giusto si può dire tutto, col tono sbagliato nulla: la difficoltà consiste nel trovare il tono» ha scritto George Bernard Shaw, lo scrittore e drammaturgo irlandese che nel 1925 ha vinto il premio Nobel per la letteratura. 

Saper comunicare, nell’era contemporanea, è una capacità fondamentale che oltrepassa il fascino del gesto espressivo e diventa abilità essenziale. Il mondo, sempre più smart, interconnesso e ricco di stimoli sprona l’elaborazione di approcci intelligenti alle problematiche quotidiane che devono essere risolte combinando velocità e flessibilità della risposta alla soddisfazione effettiva dei desiderata degli esseri umani. La comunicazione è, quindi, il mezzo attraverso cui si evolvono le relazioni che da fisiche divengono eteree, leggere, a portata di smartphone, AirPods e applewatch.

L’aspetto inter-relazionale, l’intensità espressiva, l’esaltazione narrativa degli oggetti sono da sempre aspetti costitutivi del mio fare architettonico e fondamenti delle operazioni che guidano il mio pensiero progettuale. Saper comunicare un’opera è importante tanto quanto la sua creazione: è forza generatrice che scaturisce dalla cura per il dettaglio, l’estro creativo, il desiderio di trasmettere conoscenza e sensazioni. Nel mio studio la comunicazione ha, fin dagli inizi, un ruolo centrale: si tratta di un processo continuo, dall’interno all’esterno, di contenuto e di forma, messo in atto per offrire suggestioni, spunti di riflessione, pensieri innovativi e genuini al fine di favorire i futuri sviluppi commerciali e l’inventiva. Raccontiamo chi siamo per definire la nostra identità, comprenderla e regalare slanci intellettivi anche agli altri attori in campo. In questo periodo di pandemia, durante il quale alcune parti di mondo purtroppo si sono dovute fermare, noi abbiamo deciso di non lasciare che la paura ci impedisse di incontrare l’altro. L’abbiamo fatto nei modi consentiti e  non ci siamo bloccati, arresi, non abbiamo temuto ma abbiamo investito nella comunicazione.
Una opera rivoluzionaria ha preso forma, fatta di carta: 700 pagine del nuovo libro simonemicheli architecturesince 1990descrivono il percorso del mio fare creativo, dagli albori ad oggi, per lasciare una traccia concreta del passato e per aprire nuove prospettive che anticipino il futuro. Il web, i social media, le realtà online sono essenziali per vincere le correnti sfide del mercato ma al fascino, al prestigio, al profumo della carta stampata non posso rinunciare. 

The power of communication

“With the right tone you can say everything, with the wrong tone nothing: the difficulty lies in finding the tone” wrote George Bernard Shaw, the Irish writer and playwright who won the Nobel Prize for Literature in 1925. 

Knowing how to communicate, in the contemporary era, is a fundamental ability that goes beyond the charm of the expressive gesture and becomes an essential skill. The world is increasingly smart, interconnected and full of stimuli, which spurs the development of intelligent approaches to everyday problems that need to be solved by combining speed and flexibility of response with the effective satisfaction of human beings’ desires. Communication is therefore the means by which relationships evolve from physical to ethereal, light, within reach of smartphones, AirPods and applewatches.

The inter-relational aspect, the expressive intensity, the narrative exaltation of objects have always been constituent aspects of my architectural work and the foundations of the operations that guide my design thinking. Knowing how to communicate a work is just as important as its creation: it is a generating force that springs from attention to detail, creative flair and the desire to transmit knowledge and sensations. In my studio, communication has played a central role since the very beginning: it is a continuous process, from the inside to the outside, of content and form, implemented to offer suggestions, food for thought, innovative and genuine thoughts in order to encourage future business development and inventiveness. We tell people who we are in order to define our identity, understand it and give intellectual impulses to the other players in the field. In this time of pandemic, during which parts of the world unfortunately had to stop, we decided not to let fear prevent us from meeting the other. We did this in the permitted ways and we did not freeze, we did not give up, we did not fear but we invested in communication.
A revolutionary work has taken shape, made of paper: 700 pages of the new book simonemicheli architecturesince 1990 describe the path of my creative work, from the beginnings to the present, to leave a concrete trace of the past and to open up new perspectives that anticipate the future. The web, social media and online realities are essential for winning the current market challenges, but I cannot give up the charm, prestige and scent of printed paper. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...