La semplicità dei sensi

In questi giorni sento il bisogno di ricalibrare il pensiero, chiarificando l’enorme flusso di informazioni che sembra essere ormai una costante del lavoro contemporaneo. Sono convinto che la concettualizzazione derivi da una prima, semplice quanto importante, interpretazione fisica dei messaggi. Al di là del caos comunicativo il senso può essere un buon inizio per riordinare…

Un ricordo di Giovanni: l’uomo dagli occhi vispi

Erano gli anni dell’Università… Giovanni Michelucci per me è stato un amico, un mirabile stimolatore, un amabile narratore, un incantato nonno pieno di emozioni. Con lui dialogavo molto, con lui mi confrontavo, da lui mi facevo consigliare. Questo uomo fantastico ogni volta mi emozionava in modo diverso, mi parlava oltre che con la voce ferma…