Una “giovane” riflessione

L’Italia ha anche un’altra faccia: non sono soltanto la disoccupazione, la precarietà ed il pessimismo che caratterizzano la classe dei giovani lavoratori, ma piuttosto lo spirito creativo e di innovazione, il desiderio di valorizzare il territorio, la passione, la dedizione e l’impegno. Dei 14.000 laureati che ogni anno fuggono via dall’Italia oggi circa un terzo…